Domanda:
Azioni civili intracomunitarie nell'UE
Flup
2015-05-27 14:17:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"A" (in uno stato membro dell'UE) stipula un contratto con "B" (in un altro stato membro) che poi viola il contratto.

  • Può "A" citare in giudizio "B" in procedura comunitaria armonizzata?
  • In caso negativo, in quale stato "A" propone l'azione (se non indicato nel contratto)?
Due risposte:
#1
+4
Tim
2015-05-28 01:20:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per la prima domanda, supponendo che la legislazione dell'UE sia applicabile qui, potrebbe essere rilevante il regolamento UE n. 1896/2006 del 12 dicembre 2006 sulla creazione di una procedura europea di ingiunzione di pagamento, che prevede una procedura unificata di pagamento reclami.

Per la seconda, la risposta potrebbe essere trovata nel regolamento UE n. 1215/2012 del 12 dicembre 2012 sulla competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale. Il presente regolamento contiene nell'articolo 4 una regola generale (le persone domiciliate in uno Stato membro sono [..] citate nei tribunali di tale Stato membro) ma ovviamente anche diverse eccezioni a questa regola. Un'eccezione pertinente è contenuta nell'articolo 7: in materia di contratto, sono competenti i tribunali del luogo di adempimento dell'obbligazione in questione.

#2
+2
Roy
2015-05-27 15:49:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non conoscendo il diritto dell'UE, posso solo rispondere alla seconda domanda (anche se immagino che la risposta alla prima sia sì).
Le regole generali della giurisdizione che le persone per citare in giudizio altri in una serie di tribunali, basate su varie domande. In questo caso, l'attore potrebbe intentare una causa nello Stato in cui è stato firmato il contratto; lo stato in cui vive l'attore (anche se potrebbe dover convincere l'imputato a stare nello stato, anche se solo per un breve periodo, prima che possa effettivamente presentare la causa); lo stato in cui vive l'imputato; e, se gli effetti della violazione del contratto in qualche modo risuonano in un terzo stato, l'attore sarebbe generalmente in grado di citare in giudizio anche lì.
Vale la pena notare che man mano che diventiamo un mondo più globalizzato, e diventa più facile per le persone partecipare a cause legali anche se si svolgono molto lontano, i giudici danno meno importanza ai reclami relativi alla scelta del luogo e tendono ad allentare gli standard riguardo a dove si deve intentare una causa.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...