Domanda:
È possibile essere vincolati a un contratto non firmato anche se i servizi vengono resi informalmente?
Digital fire
2015-05-29 23:25:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quindi stai lavorando a un progetto per creare un SaaS (Software as a Service). Si prepara un contratto tecnico e lo si fa esaminare da avvocati specializzati in proprietà intellettuale e si passa la loro approvazione. Presentate il contratto al cliente e questi si rifiutano di accettare i termini del contratto. Ma vogliono ancora andare avanti con il progetto. Ti danno il deposito concordato e inizi a lavorare. Dopo diversi mesi dall'inizio del progetto, il rapporto con il cliente si inasprisce e ti rifiuti di continuare a lavorare sul progetto.

Il cliente può trattenerti dal contratto che non è stato firmato da nessuna delle parti?

Possono utilizzare il contratto non firmato e la copia dell'assegno di deposito come prova in tribunale come contratto verbale?

Se fanno causa per tentare di recuperare il deposito, hanno una posizione legale?

sì, sì e sì
no (nessuna prova che il contratto scritto sia vincolante - non ci sono prove che sia stato eseguito - cioè nessuna firma e nessuna riunione di opinioni su di esso). No - la copia dell'assegno di deposito mostra che c'era un contratto di qualche tipo, ma non i termini. Sì, hanno una legittimazione ad agire, cioè possono intentare una causa, perché possono dimostrare una relazione e una controversia. Ciò non significa che vinceranno, soprattutto se il lavoro è stato fatto.
Una risposta:
#1
+10
kevin
2015-05-30 08:59:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Si tratta in gran parte di un problema di diritto contrattuale, con poco a che fare con la proprietà intellettuale.

Diamo uno sguardo più da vicino all ' Offerta e all' Accettazione di un contratto. È possibile presentare un'offerta o un'accettazione:

  1. Oralmente
  2. In scrittura”
  3. Da condotta”

In primo luogo, offri al tuo cliente un contratto scritto, con termini e condizioni. Il tuo cliente ha rifiutato di accettare. Non esiste alcun contratto .


Quindi, il tuo cliente ti offre un altro contratto, oralmente:

Vogliamo ancora che tu vada avanti con il progetto. Ti daremo $ X come deposito e poi inizierai a lavorare. Dopo che il progetto è stato completato, ti depositeremo un altro $ Y.

È irrilevante se $ X e $ Y sono gli stessi del contratto scritto o meno. Questo è un contratto separato e i termini originali che hai proposto non si applicano.

Hai accettato questo contratto? Da Felhouse v. Bindley (1862) :

L'accettazione deve essere comunicata chiaramente e non può essere imposta a causa del silenzio di una delle parti .

Da quando hai accettato il deposito e hai iniziato a lavorare, hai accettato il contratto per condotta. Questo è un contratto in cui non ci sono termini e condizioni oltre a quella frase menzionata dal tuo cliente.

Inoltre, intendi portare avanti questo contratto (desideri completare il progetto e prendi i soldi). Questo contratto ti offre dei vantaggi per considerazione.


Avrebbe fatto la differenza? Supponi che la risposta del tuo cliente sia:

Siamo spiacenti, la nostra azienda ha una politica strana sull'accettazione dei contratti per iscritto, 30 persone devono approvarla e ci vogliono 3 mesi. Accetteresti un'accettazione verbale? Ti daremo $ X come deposito e inizierai a lavorare, al termine del lavoro ti daremo $ Y, come stabilito nel contratto.

Quindi questa sarebbe un'accettazione orale del contratto originale (scritto) con termini e condizioni. Ma ciò non può accadere, poiché il cliente ha esplicitamente rifiutato la tua offerta. Un'accettazione deve essere incondizionata . Qualificazione dei termini dell'offerta significa distruggere l'offerta originale. Controfferta significa rifiutare l'offerta originale.


Il cliente può utilizzare il deposito come prova dell'esistenza di un contratto verbale?

Sì, certamente. Ma questo contratto non è un contratto non firmato. Leggi questa conversazione, di nuovo, attentamente:

Vogliamo comunque che tu vada avanti con il progetto. Ti daremo $ X come deposito e poi inizierai a lavorare. Una volta completato il progetto, ti depositeremo un altro $ Y.

Non si fa menzione del fatto che i termini e le condizioni proposti si applicano, vero?

Anche se il cliente, dopo 2 settimane, torna da te e dice:

Ci scusiamo per aver rifiutato la tua offerta prima. Dopo la dovuta considerazione, riteniamo che la proposta della tua azienda sia la migliore. Vorremmo andare avanti con te. Sarà $ X per il deposito e $ Y dopo il completamento. Si applicano tutti i termini e le condizioni proposti. Affare?

Questa volta il tuo cliente sta facendo un'offerta. Se accetti, sarà un nuovo contratto, non lo stesso che hai offerto in precedenza al cliente.


Informazioni sui soldi . Questa è davvero una situazione caso per caso. A seconda di quanto l'intero progetto è stato completato e della natura del progetto, i risultati possono essere diversi.

È necessario un deposito per iniziare il lavoro. Il deposito garantisce l'intenzione del cliente di portare avanti il ​​progetto. Il pagamento finale viene effettuato al termine del lavoro in modo soddisfacente.

La situazione attuale non è esattamente a cosa serve un deposito?

I termini esatti del contratto verbale non sono noti, ma è ragionevole affermare che il deposito era il pagamento per _avvio_ del lavoro (con l'intento che sarebbe stato elaborato un contratto accettabile, e quindi il progetto potrebbe essere terminato nei tempi originali , ma senza alcun obbligo da nessuna parte per la consegna completa del progetto o del denaro ancora)


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...