Domanda:
In quale giurisdizione rientra un indirizzo IP?
Digital fire
2015-05-29 20:50:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Che cos'è un indirizzo IP?

Un indirizzo di protocollo Internet (indirizzo IP) è un'etichetta numerica assegnata a ciascun dispositivo (ad esempio, computer, stampante) partecipante in una rete di computer che utilizza il protocollo Internet per la comunicazione. Un indirizzo IP ha due funzioni principali: l'identificazione dell'interfaccia host o di rete e l'indirizzamento della posizione.

Chi gestisce gli indirizzi IP?

L'Internet Assigned Numbers Authority ( IANA ) è un dipartimento di ICANN , una società americana privata senza scopo di lucro che supervisiona l'allocazione globale degli indirizzi IP, l'allocazione autonoma del numero di sistema, la gestione della zona radice Domain Name System (DNS), tipi di media e altri simboli e numeri relativi al protocollo Internet.

Che cosa sono i registri Internet regionali?

I registri Internet regionali sono componenti dell'Internet Number Registry System, descritto in IETF RFC 7020. L'Internet Assigned Numbers Authority (IANA) delega le risorse Internet ai RIR che, a loro volta, seguono le loro politiche regionali per delegare risorse ai propri clienti, che includono fornitori di servizi Internet e utenti finali er organizzazioni. Collettivamente, i RIR partecipano alla Number Resource Organization (NRO), costituita come un organismo per rappresentare i loro interessi collettivi, intraprendere attività congiunte e coordinare le loro attività a livello globale. L'NRO ha stipulato un accordo con ICANN per la creazione dell'Address Supporting Organization (ASO), che si impegna a coordinare le politiche globali di indirizzamento IP all'interno del framework ICANN.

Quindi IANA è un dipartimento di ICANN. Il 1 ° ottobre 2009 il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha rinunciato al controllo dell'ICANN. Nel 2013, lo scandalo dello spionaggio della NSA ha portato l'ICANN ad approvare la dichiarazione di Montevideo.

La Dichiarazione di Montevideo sul futuro della cooperazione in Internet è stata rilasciata il 7 ottobre 2013 dai leader di numerose organizzazioni coinvolte nel coordinamento dell'infrastruttura tecnica globale di Internet. La dichiarazione è stata firmata dai capi di Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), Internet Engineering Task Force, Internet Architecture Board, World Wide Web Consortium, Internet Society e cinque registri di indirizzi Internet regionali (African Network Information Center, American Registry for Internet Numbers, Asia-Pacific Network Information Center, Latin America and Caribbean Internet Addresses Registry e Réseaux IP Européens Network Coordination Center). In gran parte, la dichiarazione è vista come una risposta allo scandalo di sorveglianza della NSA in corso. I leader hanno sottolineato quattro punti principali:

  • Hanno rafforzato l'importanza di operazioni Internet coerenti a livello globale e hanno messo in guardia contro la frammentazione di Internet a livello nazionale. Hanno espresso forte preoccupazione per l'indebolimento della fiducia e della fiducia degli utenti di Internet a livello globale a causa delle recenti rivelazioni di monitoraggio e sorveglianza pervasivi.
  • Hanno identificato la necessità di sforzi continui per affrontare le sfide della governance di Internet e hanno deciso di catalizzare sforzi a livello di comunità verso l'evoluzione della cooperazione globale su Internet multistakeholder.
  • Hanno chiesto di accelerare la globalizzazione delle funzioni di ICANN e IANA, verso un ambiente in cui tutte le parti interessate, compresi tutti i governi, partecipino su un piano di parità.
  • Hanno anche chiesto che la transizione a IPv6 rimanga una priorità assoluta a livello globale. In particolare, i provider di contenuti Internet devono fornire contenuti con servizi IPv4 e IPv6, per essere completamente raggiungibili su Internet globale.

In quale giurisdizione rientra un indirizzo IP se viene commesso un crimine usandolo?

ESEMPIO: diciamo che qualcuno ospita un sito web simile a The Silk Road nel Principato di Sealand. Usano TOR quindi hanno offuscato la loro posizione online e non usano alcun TLD comune. Quale paese avrebbe la giurisdizione per provare a chiudere il sito? E se la posizione del server che ospita il sito web è nel cloud, simile a The Pirate Bay?

Stai chiedendo informazioni sul paese di residenza del server a cui è stato assegnato un indirizzo IP a scopo di applicazione penale o stai chiedendo informazioni sul paese di assegnazione dell'indirizzo ai fini della risoluzione delle controversie sull'assegnazione di blocchi di indirizzi?
Ebbene, tecnicamente un indirizzo IP non determina in modo assoluto la posizione fisica di un server. Ad esempio, posso avere un TLD .jp e semplicemente risolvere il record A sul mio server negli Stati Uniti o qualsiasi altro metodo (pensa al passaggio VPN o qualsiasi altro set di trucchi DNS). Ma per rispondere alla tua domanda, il mio pensiero proveniva da un POV di applicazione criminale.
Sono d'accordo. L'assegnazione del DNS, indipendentemente dal servizio DNS che fornisce la voce, sarebbe irrilevante per la posizione della casella. La mia domanda era: stiamo cercando di trovare la "scatola" ai fini di un'azione criminale, o stiamo cercando di risolvere le controversie su chi dovrebbe controllare un blocco di indirizzi. Se si tratta di un'azione per un server illegale, la giurisdizione è principalmente nel paese in cui si trova la casella (sebbene ciò possa essere coperto da un trattato), in quanto tra 2 titolari di indirizzi di incarichi da IANA, allora dovrebbe esserci una scelta di giurisdizione nell'ambito della IANA framework (dovrei guardare)
@DigitalFire E così ho ritirato la votazione ravvicinata ... è così che dovrebbe funzionare.
Una risposta:
#1
+9
chapka
2015-06-09 07:33:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono sicuro che abbia senso parlare di "giurisdizione" su un indirizzo IP, per gli scopi che stai discutendo.

Se si desidera citare in giudizio l'indirizzo IP stesso, cosa possibile in circostanze limitate, potrebbe essere necessario individuarlo per scopi giurisdizionali. Ma non credo che tu stia parlando di questo. Stai parlando di intraprendere un'azione civile o penale contro le persone che utilizzano l'indirizzo IP per commettere crimini.

Ciò che conta, in quel caso, non è una questione legale teorica sulla posizione di un indirizzo IP . Sono domande come: dove vivono queste persone? Dove vivono le persone che scaricano i contenuti illegali? Dove si trovano i server fisici? ("Nella nuvola" non è una risposta: ci sono server fisici da qualche parte che compongono quella nuvola).

Ai fini della giurisdizione, la sedia su cui siedono quando caricano i dati illegali e l'ubicazione della presa di corrente CA a cui è collegato il server fisico sono importanti quanto, se non di più, la "posizione" metafisica dell'indirizzo IP del server.

anche utilizzando la connessione telefonica ogni volta che ti connetti ottieni un nuovo indirizzo IP. Esistono anche modi per falsificare la posizione del tuo indirizzo IP facendolo sembrare il tuo qualcun altro e un altro posto. L'obiettivo è trovare la persona dietro l'IP.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...